Fragili come porcellane, nelle sue opere mi ci rispecchio anch’io.

Confessioni e pensieri ad alta voce dopo aver partecipato, e non solo con gli occhi, all’inaugurazione di “Archeologie senza restauro” di Franco Guerzoni alla Galleria Studio G7, seconda parte del percorso artistico presentato a Bologna alla OTTO Gallery il 14 dicembre 2013. Ulteriore e non ultima tappa bolognese di un rapporto che l’artista intrattiene con Bologna a partire dagli anni Settanta.
Ho camminato a ritroso sui miei passi, poi sono fuggito altrove con le scarpe piene di polvere. Rivedere e riconsiderare i precedenti del mio lavoro presente non è stato un movimento innocente, sapevo che, nella sua irrisolutezza e nella dimenticanza dei tanti atti compiuti, nel mio tempo passato poteva risiedere quella scintilla polverosa che si sarebbe poi depositata sulla superficie dei nuovi lavori”.
Confessioni e rivelazioni, l’opera si scopre, si sveste e si manifesta: perfetta e pura nel suo collage di tecniche e sensazioni.
Bianco. Colore. Immagine. Reperto. Bianco. Bianco.
Sembra una sinfonia visiva delicatissima, poetica più di un raffinato verso letterario e viva come solo Franco Guerzoni può e sa fare.
L’artista riflette sul tempo, sentito come il passato che si riverbera nel presente, sentito come abbandono, sentito come rovina: è l’Archeologia senza restauro. Eco lontana.
Le mie parole sono legate da un senso di affetto all’opera di Franco Guerzoni. Forse non sono abbastanza chiare per spiegare l’artista, ma i suoi lavori sono e sanno essere colti a sufficienza per esprimersi da sé.
L’autonomia del frammento d’arte che viene riscoperto è per me il significato primo di queste opere: l’Archeologia che diventa Arte-logia; parola-azione, parola-arte.
Impossibili restauri” è il grande lavoro eseguito dall’artista direttamente sulla parete e centro della mostra presentata alla Galleria G7. L’opera si avvicina allo spettatore, quasi lo attira a sé e alla parete, luogo fisico verso cui l’artista volge la sua riflessione e di cui cerca l’implicita profondità. Intorno a questa ruota una speciale sezione dal titolo “Spia”: superficie monocroma, stratificazione, opere a livelli con rotture che si aprono e, come occhi, ne mostrano il contenuto. Sono simboli di un passaggio dell’arte di Franco Guerzoni: tra il decennio della fotografia e opere in cui prevalgono pittura e colore. Multiforme artista come molteplici sono le forme e i materiali usati nei suoi lavori presentati in queste due gallerie, “Immagini alla polvere da sparo”, ad esempio, realizzata con emulsioni di carbone, e ancora “Grotta in casa”, lavori inediti ispirati alle grotte di Porto Badisco, realizzati modellando la carta con stucchi e gessi, con l’intento di superare i limiti del disegno e di “corteggiare” la scultura.
Nella OTTO Gallery ho riconosciuto opere legate al ciclo del “Musivum” quando Guerzoni creava arte aggiungendo tasselli e dando forma al colore e nuovi materiali al classico opus. Ho rivisto poi l’invisibile leggerezza dei progetti del “Museo Ideale”, opere di carta per costruire, con perfetta compiutezza, le citazioni di André Malraux e di Leonardo.
Ma il viaggio nelle “Archeologie senza restauro” non termina qui. In primavera infatti il MAMbo di Bologna ospiterà il terzo momento di questo incontro tra l’artista e il tempo.

Dopo aver dialogato con le opere di Franco, anch’io, come lui, “ho camminato a ritroso sui miei passi, poi sono fuggito altrove con le scarpe piene di polvere”.

Tornerò presto a Bologna, nel frattempo ho ri-aperto la mia personale riflessione sul tempo: perché l’arte ispira, spira e si respira…

#ARTElogia #AMOlogia 

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla Galleria G7, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Franco Guerzoni alla OTTO Gallery, Bologna

Per vedere tutte le foto fatte accedi alla sezione Gallery: http://www.artmoodon.com/gallery/nggallery/amo-album/archeologie-senza-restauro/ 

AMO link:
http://www.galleriastudiog7.it
http://www.otto-gallery.it

I was wearing: jacket: MaxMara + golf: IVC + pants: Pennyblack + shoes: Jeffrey Campbell + necklace: Zara