Chi è Krizia?
Dov’è Krizia?
Che fa Krizia?
Incalzano domande insistenti nella mente della lettrice assidua di giornali di e alla moda.

Krizia è…
Foglio bianco. Sfondo bianco. Vestito bianco.

Il primo è la carta su cui Mariuccia Mandelli disegnava le sue opere d’arte; il secondo è lo sfondo su cui la scritta Krizia vive; il terzo è il colore dell’abito di Zhu Chongyun, la donna che ha permesso a Krizia la sua rinascita.

In occasione della Settimana della moda milanese, Palazzo Litta ha ospitato i festeggiamenti per i 60 anni del marchio con una mostra che inneggia a glorie passate e si volge a quelle future: “Krizia now. Looking back. Going forward”.
Già nel titolo è riassunta la sua storia, la storia di Krizia.

Per celebrarla, Vincenzo De Cotiis, architetto e designer, ha accolto i visitatori ponendo al centro del cortile una dorata installazione in movimento, leggera nella sua gravità, abito nel suo essere scultura, scultura nel suo essere luce.

All’interno del Palazzo, quattro importanti testate femminili hanno realizzato un loro personale tributo a Krizia, donando originali e creative interpretazioni.

Nella prima sala, «Amica» ha aperto le porte al mondo di Krizia.
Christoph Radl, il designer che ha curato l’allestimento, ha posto nella penombra della stanza due porte aperte che mostrano in loop lo stile della griffe attraverso gli scatti dei fotografi nel corso dei dieci anni del mensile.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Ricordi e immagini che scorrono nel tempo e che ricompongono con le lettere nere su sfondo bianco il nome di Krizia.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Nella seconda sala, «Elle» ha dedicato a Krizia una riflessione sul suo stile partendo dallo styling. In un geometrico tempio di specchi, attraverso il gioco del “mix ‘n match”, ha omaggiato Krizia accostando ai pezzi iconici del brand capi di oggi, reinventandoli, attualizzandoli, riflettendoli nel presente: “Krizia now”.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Looking back”. Stella Tennant, nella copertina di «D la Repubblica»del 1996: foto di Mikael Jansson; abito Krizia. Questa è la didascalia sintetica della prima copertina della testata. Nel segno della continuità, l’ultima copertina del magazine ritrae la top model Jaquetta Wheeler sempre in un abito Krizia. Donne forti, abiti forti, ideali femminili universali, e il vestito resta l’unico e ultimo protagonista.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Nella sala allestita da JoAnn Tann, le due copertine diventate sculture si aprono a un gioco di sguardi: un bosco di occhi dall’atmosfera surreale. La vista come senso sensibile alla femminilità, l’occhio come simbolo di femminilità, sempre celebrata da Mariuccia Mandelli, il saper guardare oltre come il “Going forward” di Krizia.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

«Flair» celebra Krizia attraverso l’arte di Jeff Bark. I megaschermi dell’ultima sala catturano l’occhio del visitatore, che si era perso nella magica foresta di sguardi.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

L’artista e fotografo americano veste donne-guerriere con capi-architettura che enfatizzano le geometrie dei corpi in posizione di battaglia, di lotta.

Sono origami femminili posti sotto luci esasperate e fulgide. Sono spade che riflettono per il magico incontro tra gli abiti di Krizia e le oniriche atmosfere. Sono donne? Sono creativi riflessi orientali, sono sogni a occhi aperti.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

La sala centrale ospita il simbolo della rinascita di Krizia, ospita Krizia e la sua storia futura.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Nella Sala degli Specchi, Faye Toogood ha costruito il nido dell’Araba Fenice. Come l’animale mitico, Krizia è risorta ma non dalle sue ceneri; la sua vita è ricominciata dalla sua stessa vita.
«Non si cresce, infatti, che cambiando pelle. Solo che non ce ne accorgiamo», afferma Quirino Conti.

Una ri-creazione, una scultura di mattoni, legno, metallo: il simbolo della sua vita eterna, l’emblema della sua immortalità.
«Vorrei lavorare fino a 80 anni, anzi 90…» affermava Mariuccia Mandelli già nel 1995.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Quindi chi è Krizia?

Crizia è un nome tratto dalla voce greca κριτης, che significa giudice.
Crizia, Κριτίας, è il personaggio centrale dell’omonimo Dialogo platonico, incentrato sul tema della vanità.
Quest’ultimo è il motivo per cui Mariuccia Mandelli ha scelto lo pseudonimo di Krizia. O almeno questo è quello che la storia di Krizia racconta.

Krizia oggi è una donna orientale dai tratti raffinati, dai toni pacati e dagli occhi decisi: pelle-perla, abito marmo, occhiale tondo e sguardo che si volge lontano.

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

Ma allora dov’è Krizia?
Krizia ha i suoi piedi in Italia, ma le sue mani toccano l’Oriente.
Il suo terzo occhio, poi, è l’unico che ha ritrovato la strada della creatività dopo essersi addentrato nella foresta di sguardi.

E ancora le domande “nella mente della lettrice assidua di giornali di e alla moda” incalzano… “Cosa fa Krizia?”, mi chiedi.
Krizia ha festeggiato nuove nozze. Due mondi si sono uniti in un’unica ri-nascita. Due anime si sono ri-trovate in un unico nome.

«I always look forward», dice Mariuccia Mandelli.

«I will go forward keeping the same direction», promette Zhu Chongyun.

#KRIZIANOW #followtheartgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl

KRIZIA NOW. LOOKING BACK. GOING FORWARD., Krizia by the Artgirl 

I was waring: coat: De Coths + dress: Just Cavalli + shoes: Roberto Cavalli

Credits: photo: Nick Maremonti

AMOlinks:
http://www.krizia.it
http://www.lombardia.beniculturali.it
http://www.amica.it
http://d.repubblica.it
http://www.elle.it
http://www.flair.it/it/