architettura

“ANNAFFIAMI LA LUNA”

27 dicembre 2016
Eloisa Reverie Vezzosi, Jean Arp, Terme di Diocleziano

“Una luna bianca,
bianco su bianco,
un nuovo rilievo
di me”.
Reverie incontra Jean Arp alle Terme di Diocleziano.

Eloisa Reverie Vezzosi, Superstudio, PAC Milano

Reverie vi porta al PAC di Milano in occasione dell’esposizione “Super Superstudio” per indagare gli enigmi e le premonizioni del collettivo radicale che ha rivoluzionato l’arte e l’architettura e per scoprire un nuovo asse che collega Firenze alla capitale lombarda, gli anni Sessanta al secondo millennio. «Sul fatto che il mondo sia tondo e che rotoli pare che non ci sia più da discutere. Da discutere c’è ancora sul come viverci sopra» (“Design d’invenzione e Design d’evasione”, “Domus”, 1969).

Fondazione Vedova, Eloisa Reverie Vezzosi

«Le mie opere non sono creazioni, ma terremoti. Non sono pitture, ma soffi».
Alexander Calder incontra Emilio Vedova: il mio nuovo articolo sulla doppia mostra della Fondazione Vedova è online.
Ho visto per la prima volta l’arte di Vedova quando avevo tre anni, ed è stato illuminante. Oggi vi racconto del “contenitore in movimento” di Renzo Piano che ospita le sue “Americhe”, dell’ideale legame con Calder e delle opere d’arte che scelgono di mostrarsi allo spettatore (e non viceversa).