Biennale di Venezia
Eloisa Reverie Vezzosi, Superstudio, PAC Milano

Reverie vi porta al PAC di Milano in occasione dell’esposizione “Super Superstudio” per indagare gli enigmi e le premonizioni del collettivo radicale che ha rivoluzionato l’arte e l’architettura e per scoprire un nuovo asse che collega Firenze alla capitale lombarda, gli anni Sessanta al secondo millennio. «Sul fatto che il mondo sia tondo e che rotoli pare che non ci sia più da discutere. Da discutere c’è ancora sul come viverci sopra» (“Design d’invenzione e Design d’evasione”, “Domus”, 1969).

Eloisa Reverie Vezzosi, Palazzo Fortuny

Quali sono le proporzioni che regolano l’universo? E qual è il posto che l’uomo occupa in questa armonia?
Ho visitato “PROPORTIO”, l’esposizione organizzata dalla Fondazione Axel e May Vervoordt e dalla Fondazione Musei Civici di Venezia che, fino al 22 novembre, occuperà le eleganti sale di una delle più celebri case museo veneziane, Palazzo Fortuny. Da Marina Abramović, Massimo Bartolini, Michael Borremans, Maurizio Donzelli, Riccardo De Marchi, Arthur Duff, Anish Kapoor e Izhar Patkin fino ad Antonio Canova: esploriamo l’onnipresenza delle proporzioni universali nell’arte.

Fondazione Vedova, Eloisa Reverie Vezzosi

«Le mie opere non sono creazioni, ma terremoti. Non sono pitture, ma soffi».
Alexander Calder incontra Emilio Vedova: il mio nuovo articolo sulla doppia mostra della Fondazione Vedova è online.
Ho visto per la prima volta l’arte di Vedova quando avevo tre anni, ed è stato illuminante. Oggi vi racconto del “contenitore in movimento” di Renzo Piano che ospita le sue “Americhe”, dell’ideale legame con Calder e delle opere d’arte che scelgono di mostrarsi allo spettatore (e non viceversa).

HUMAN

3 agosto 2015
HUMAN, Antony Gormley, Eloisa Reverie Vezzosi al Forte di Belvedere, Firenze

Possiamo poeticamente illuderci di essere fatti “della stessa sostanza dei sogni”, ma l’uomo è anche di ferro.
“Human” è la monumentale mostra monografica dedicata all’opera di Antony Gormley, curata da Sergio Risaliti e Arabella Natalini, e fino al 27 settembre occuperà il Forte di Belvedere di Firenze con un esercito di 120 uomini di ferro.

La Biennale di Venezia, Eloisa Reverie Vezzosi

Viviamo in un mondo fatto di codici, noi stessi lo siamo senza neanche rendercene conto.
Ma esiste anche un codice artistico?
A rispondere ci pensa Venezia e la sua 56esima edizione della Biennale.
Con 89 esposizioni nazionali straniere e su una superficie 46.000 mq + 6.526 mq + 50.000 mq di Giardini, Sale d’Armi e Arsenale nasce “All the World’s Futures”. Le novità di questa edizione sono molte. Seguitemi, vi porto a conoscere i 12 padiglioni che mi hanno fatto più di tutti riflettere sull’attualità dell’arte e sullo “stato delle cose”.

Paolo Masi, Artgirl at Mudima

Punto, retta, piano: i primi termini che impariamo a memoria quando da bambini ci approcciamo al mondo della geometria. Al “punto, retta, piano” Paolo Masi aggiunge il colore. Punto, retta, piano, colore non solo su carta: la nuova responsabilità dell’occhio. Perché “la

Read more

NEL BLU DIPINTO DI BLU

4 novembre 2014
ARTGIRL AT MUSEO DEL 900, KLEIN & FONTANA

“Tagli blu”. Questo il titolo di una collaborazione, di un’amicizia, di un profondo e artistico rispetto, di una profonda e artistica ammirazione. I “Tagli” sono di Fontana, i “Blu” sono i “Monocromi” di Klein. Le due vite dei due artisti

Read more

Artgirl at GAM Milano, Alberto Giacometti

«Nessuno là dentro osava respirare: io meno degli altri». Queste le parole di Giorgio Soavi, scrittore italiano e ospite privilegiato dell’atelier parigino di Alberto Giacometti. «L’aria dello studio al numero 46 di rue Hyppolyte-Maindron era talmente rarefatta che riusciva difficile anche

Read more

L’ARTE DEL NOSTRO TEMPO

21 luglio 2014
ARS AEVI AT MUSEO PECCI, by the Artgirl

Ars Aevi è l’arte del tempo, il nostro tempo. Ars Aevi è lo spirito del tempo, il nostro zeitgeist. Si ma, qual è il nostro tempo e qual è la sua arte? Come, dove, chi, quando, perché? ARS AEVI IN

Read more